Film in concorso

Detour 2012
Concorso internazionale

 

Á Annan Veg
(Either Way)
di Hafsteinn Gunnar Sigurdsson
Fiction, Islanda, RED, 2011, 83′
L’estate di Finnbogi e Alfred, impiegati della compagnia stradale islandese, al lavoro sulle strade solitarie del profondo nord dell’Islanda. Nella completa solitudine, con solo la reciproca compagnia, in quell’arida regione selvaggia che diventa luogo di avventura e scoperta, entrambi si trovano davanti a difficili crocevia della loro vita.

 

Alpi
di Armin Linke
Doc., Germania, 16mm, 2011, 60′
Alpi è il risultato di setti anni di ricerche dell’artista Armin Linke sulla percezione del paesaggio delle Alpi nel mondo contemporaneo, giustapponendo luoghi e situazioni, attraversando le nazioni confinanti, e compiendo numerosi viaggi nella regione alpina che ci portano però molto lontano, fino a Dubai.

 

Americano
di Mathieu Demy
Fiction, Francia, Super 16mm, 2011, 105′
Il regista sarà presente in sala.
Martin vive a Parigi con Claire. Dopo la morte della madre, deve tornare a Los Angeles, la città in cui è cresciuto. Qui però troppi ricordi lo riportano alla sua infanzia. Incapace di farvi fronte, parte per Tijuana sulle tracce di Lola, una misteriosa donna messicana che ha occupato un posto molto importante nella vita di sua madre.
Esordio alla regia di Mathieu Demy, figlio d’arte – di Agnès Varda e Jacques Demy -, con un cast d’eccezione tra cui, oltre allo stesso Demy, Salma Hayek, Geraldine Chaplin e Chiara Mastroianni.

 

Argentyńska lekcja
(The Argentinian Lesson)
di Wojciech Staron
Doc., Polonia, 35mm, 2011, 60′
Janek, 8 anni, si trasferisce da Varsavia in un piccolo paese nel nord dell’Argentina dove la madre lavorerà come insegnante. Circondato da un mondo nuovo, fa amicizia con una ragazzina del luogo, Marcia, e con lei inizia un viaggio di scoperta e crescita che segnerà le loro vite.

 

Avé
di Konstantin Bojanov
Fiction, Bulgaria, 35mm, 2011, 81′
Viaggiando in autostop da Sofia a Ruse, il giovane Kamen incontra Avé, una ragazzina fuggitiva di 17 anni che diventa, suo malgrado, la compagna di questo viaggio. A ogni nuovo incontro, Avé inventa per loro identità immaginarie. Inizialmente in difficoltà per queste bugie e restio ad addentrarsi in questa avventura, Kamen inizia un po’ alla volta a innamorarsi della sfuggente Avé.

 

Behold the Lamb
di John McIlduff
Fiction, UK, S16mm, 2011, 83′
Una commedia dark, un road movie anomalo sulle tracce di Liz ed Eddie, ventenne lei e depresso padre di famiglia lui. Due personaggi agli antipodi, le cui vite non si sarebbero mai incontrate se non fosse per motivi tanto necessari quanto improbabili: Liz vuol rivedere il figlio dato in adozione, mentre Eddie deve consegnare una partita di droga al posto del figlio. I due compagni di viaggio intraprenderanno così un viaggio catartico attraverso una gelida Irlanda.

 

Las Acacias
di Pablo Giorgelli
Fiction, Argentina, DCP/35mm, 2011, 74′
Rubén è un camionista che trasporta legno viaggiando lungo l’autostrada che collega Asunción a Buenos Aires. Un giorno da un passaggio a una donna che non conosce, Giacinta, e la sua bambina. Davanti a loro ci sono 1500 chilometri e l’inizio di una storia.

 

Riding for Jesus
di Sabrina Varani
Doc., Italia, HDV, 2011, 55′
Pastor Paulee e Annalisa sono bikers cristiani che dedicano la loro vita a chiunque abbia bisogno di aiuto. Hanno alle spalle un passato difficile fatto di dipendenza da droghe, ma ora sono ferventi adoratori di Gesù, e, in sella alle loro Harley Davidson, continuano la loro missione di aiuto e sostegno spirituale a chi è in difficoltà, in giro per gli Stati Uniti.

 

Sayome
di Nikos Dayandas
Doc., Grecia, HD, 2011, 56′
Sayome è cresciuta in piccolo villaggio giapponese, con il nonno, lontano dai genitori. A vent’anni ha lasciato il Giappone, per seguire un marinaio greco a Creta. Ora dopo 35 anni, alla notizia della morte della madre, deve tornare a casa. Il film la segue nel suo viaggio alla ricerca del passato che si è lasciata alle spalle.

 

Ulises
(Ulysses)
di Óscar Godoy
Fiction, Cile, Super 16mm, 2011, 84′
La storia di Julio, un peruviano emigrato in Cile, del suo peregrinare solitario attraverso le strade di Santiago per trovare un lavoro, un luogo dove vivere, una ragazza, per cercare il suo posto nella città senza perdere il suo legame con la terra d’origine e i suoi affetti.

 

Un Mundo Secreto
(A secret world)
di Gabriel Mariño
Fiction, Messico, HD, 2012, 87′
L’ultimo giorno di scuola María, una ragazza di diciotto anni con un rapporto difficile con i genitori, i coetanei e la sua città, parte per un viaggio on the road che la porterà da Città del Messico ai deserti di Sinaloa fino a La Paz. Un viaggio d’iniziazione attraverso paesaggi immensi e meravigliosi.

  • news

  • Subscribe to our Newsletters!