Ibi

Andrea Segre

Lunedì 2 ottobre – ore 20.30 • Cinema MultiAstra

EVENTI SPECIALI

Ibi è nata in Benin nel 1960, ha avuto tre figli e nel 2000 in seguito a seri problemi economici ha scelto di prendere un grande rischio per cercare di dare loro un futuro migliore. Li ha lasciati con sua madre e ha accettato di trasportare della droga dalla Nigeria all’Italia. Ma non ce l’ha fatta. Tre anni di carcere, a Napoli. Una volta uscita, Ibi rimane in Italia senza poter vedere i figli e la madre per oltre 15 anni. Così per far capire loro la sua nuova vita decide di iniziare a filmarsi. Racconta se stessa, la sua casa a Castel Volturno dove vive con un nuovo compagno, Salami, e l’Italia dove cerca di riavere dignità e speranza.

Documentario
Italia
Colore, 2017, 64’
Lingua originale Inglese, Italiano

Regia
Andrea Segre
Fotografia
Matteo Calore
Montaggio
Chiara Russo
Con
Ibitocho Sehounbiatou, Salami Taiwo Olayiwola, Mimma D’Amico
Produzione
Francesco Bonsembiante, Jolefilm, Rai Cinema

Biografia

Andrea Segre (1976) ha sviluppato un percorso registico particolarmente attento al territorio sociale e geografico del Veneto, specialmente nei documentari Pescatori a Chioggia, Marghera Canale Nord e La mal’ombra. Inoltre porta avanti l’interesse per i temi delle migrazioni verso l’Europa (Come un uomo sulla terra, A sud di Lampedusa, Mare chiuso) e da diversi anni collabora a progetti di cooperazione internazionale. È fondatore dell’associazione ZaLab. Io sono Li (2011) è il suo primo lungometraggio di finzione, a cui ha fatto seguito La prima neve (2013) e L’ordine delle cose (2017) presentato alla 74a Mostra del Cinema di Venezia.

Pin It on Pinterest