Con il fiato sospeso
(Holding my Breath)

di Costanza Quatriglio

Stella studia Farmacia all’università. Quando è l’ora della tesi viene inserita in un gruppo di ricerca. Pian piano si rende conto che nei laboratori di chimica qualcosa non va. L’ambiente è insalubre, qualcuno comincia a star male, i professori parlano di coincidenze. L’amica Anna, che ha lasciato gli studi per suonare in un gruppo indie-punk, vorrebbe che Stella smettesse di passare intere giornate in laboratorio; Stella, al contrario, non vuole rinunciare al suo sogno. Dall’incredulità alla perdita di ogni certezza: la sua storia si intreccia con il diario di un giovane dottorando che ha già percorso la strada in cui Stella si imbatterà. Ispirato al memoriale-denuncia di Emanuele, dottorando nel Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università di Catania, morto di tumore al polmone nel dicembre 2003.
 
Nel cinema esiste una soglia oltre la quale la differenza tra generi, dispositivi della narrazione, messa in scena e rappresentazione del reale dissolvono nella costruzione di un’esperienza che rende lo spettatore parte integrante del film. Esiste inoltre una soglia oltre la quale un film perde la sua libertà per essere parte di un sistema di valori, accettato e riconosciuto. Infine esiste una soglia ogni qual volta si è al cospetto dell’intimità di un personaggio, delle sue debolezze, delle sue ossessioni o del suo dolore. Ho realizzato il film come un funambolo che cammina su queste soglie, con l’eccitazione di potercela fare, di poter dominare questa materia difficile.
Costanza Quatriglio

La regista sarà
presente in sala


Fiction
Italia
Colore, 2013, 35′
Lingua originale: Italiano
Prima mondiale: 70° Mostra internazionale del Cinema di Venezia, 2013


Regia
Costanza Quatriglio
Sceneggiatura
Costanza Quatriglio
Fotografia
Sabrina Varani
Montaggio
Luca Gasparini, Letizia Caudullo
Scenografia
Beatrice Scarpato
Costumi
Francesca Vecchi, Roberta Vecchi
Suono
Gianluca Scarlata
Musica
Paolo Buonvino
Con
Alba Rohrwacher, Michele Riondino, Anna Balestrieri, Gaetano Aronica
Produzione
Jolefilm, Costanza Quatriglio
In associazione con
Istituto Luce Cinecittà

Proiezione del film
Domenica 20 ottobre – ore 19.00
Sala Fronte del Porto – PORTOastra

Biografia
Costanza Quatriglio (Palermo, 1973) è autrice del pluripremiato L’isola, presentato al Festival di Cannes – Quinzaine des Réalisateurs nel 2003. Tra i suoi film documentari, premiati in diversi festival in Italia e all’estero e trasmessi per lo più da Rai Tre, ma anche da Tele+, La7 e Sky Cinema, ricordiamo: Racconti per l’isola, ècosaimale?, L’insonnia di Devi, la miniserie per Rai Tre Raìz, Il mondo addosso, Il mio cuore umano, Breve film d’amore e libertà e Terramatta, evento speciale alle Giornate degli Autori di Venezia nel 2012 e Nastro d’Argento per il miglior documentario nel 2013. Il suo ultimo lavoro, Con il fiato sospeso, è stato presentato alla 70a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Costanza Quatriglio


Filmografia
Terramatta (doc. 2012)
Il mio cuore umano (doc. 2009)
Il mondo addosso (doc. 2006)
L’isola (2003)
L’insonnia di Devi – viaggio attraverso le adozioni internazionali (doc. 2001)
Ècosaimale? (doc. 2000)

7-2110104_0x440