To Stay Alive: A Method

Arno Hagers, Erik Lieshout e Reinier van Brummelen

Domenica 8 ottobre – ore 16.30 • Cinema PortoAstra

EVENTI SPECIALI

Quando nel 1990, in una spoglia stanza di Parigi, Michel Houellebecq cominciò a scrivere il suo famoso saggio Rester vivant, era sull’orlo del baratro. Se non vi cadde, fu grazie alla letteratura. Oggi Iggy Pop rilegge intensamente le sue parole e dialoga con lo scrittore, interrogando anche, con le parole del testo, lo spettatore. La riflessione è incentrata sul confine sottile tra individualità, eccentricità e follia, sugli spazi sempre più stretti in cui ci dimeniamo alla ricerca di un equilibrio impossibile, sul ruolo dell’artista nella società, sulla possibilità per le parole di salvarci, ancora e sempre, la vita. Con un messaggio di speranza al di là di ogni cinismo: bisogna andare avanti, a ogni costo, tirare fuori la propria poesia anche se uscendo lacera l’anima: “Non abbiate paura, il peggio è passato”.

Documentario
Paesi Bassi
Colore, 2016, 70’
Lingua originale Inglese

Regia
Erik Lieshout
Fotografia
Reinier van Brummelen
Montaggio
Arno Hagers, Reinier van Brummelen
Con
Iggy Pop, Michel Houellebecq
Produzione
Koert Davidse, Arnauld de Battice, Marc Thelosen

Biografia

Erik Lieshout è da sempre  interessato alla combinazione tra letteratura e cinema. Ha realizzato il documentario Journey to the End of the Night (1987) su Louis-Ferdinand Céline e nel 2001 The Room con Rutger Hauer. Ha scritto To Stay Alive assieme Michel Houellebecq e l’ha diretto insieme a due amici. Un buon film sulla sofferenza.

Pin It on Pinterest