Omaggio a Sirio Luginbühl

Una proiezione speciale presso il Cinema PortoAstra accompagnerà la serata conclusiva della quinta edizione del Festival. Domenica 9 ottobre, subito dopo la cerimonia di premiazione prevista per le ore 21, verrà proiettato The Forbidden Room, l’ultimo lavoro di Guy Maddin, uno dei più visionari registi contemporaneo. Il film è un omaggio alla memoria di Sirio Luginbühl.

Sirio, attore, regista sperimentale ma anche teorico e curatore di rassegne è stato l’anima della cultura e del cinema underground a Padova. Personaggio eclettico, negli anni Sessanta è vicino ai poeti novissimi e al Gruppo 63, frequenta lo studio di Emilio Vedova e inizia a lavorare ai suoi primi film. I suoi lavori, presentati a vari festival internazionali, sono «pure invenzioni artistiche dove un erotismo dilagante e dissacrante scardina, con un tocco surreale, le ipocrisie sociali».

Nel 1970 fonda a Padova la Cooperativa Cinema Indipendente, progettando la programmazione di film d’autore all’interno del Cinema 1, così come fa negli anni Ottanta con Cinema&Video Indipendente. Negli stessi anni scrive Cinema Underground Oggi, considerato uno dei primi libri a occuparsi in modo organico del cinema sperimentale europeo. Dopo aver movimentato le serate nei locali alternativi di Padova con registi, artisti e poeti, negli ultimi anni incoraggia cinefili e non a frequentare il Fronte del Porto filmclub, dove programma artisti della sperimentazione come Paolo Gioli e il controverso Guy Maddin.



Pin It on Pinterest